Variabili personalizzate di Yoast SEO. Come crearle

Yoast SEO, è un plugin per WordPress molto flessibile, ma a volte non è sufficiente. Vediamo una semplice guida per creare delle variabili personalizzate.

Oggi vediamo un post “tecnico” (ma non troppo) per coloro ai quali le variabili di base di Yoast SEO “vanno un po’ strette“, e che quindi desiderano crearne di personalizzate. Utile anche per gli utilizzatori di WPML.

Cosa sono e come si usano le variabili di Yoast SEO

Le variabili di Yoast SEO sono dei contenitori che hanno come valore delle parti di post (ma anche di pagina, di tassonomia, ecc.) e che possono essere richiamate all’interno del tag title e della meta description gestiti dal plugin Yoast SEO.

Il box di Yoast SEO nel CMS

Il box di Yoast SEO nel CMS

La vera forza del plugin è che le variabili possono essere utilizzate sia all’interno delle singole entità (post, pagine, post custom, tassonomie custom – vedi immagine precedente), ma anche come regole generali centralizzate gestibili dal menù di Yost SEO, alla voce “Titoli & Metadati“.

Variabili di Yost SEO nella sezione Titoli & Metadati

Variabili di Yost SEO nella sezione Titoli & Metadati

 

Un esempio di utilizzo delle variabili di Yoast SEO

Se, per questo post, inserissi nel campo “titolo SEO” del box di Yoast SEO la seguenti sintassi:

%%title%% %%sep%% %%sitename%%

Il tag title conterrebbe la seguente stringa:

Variabili personalizzate su Yoast SEO. Come crearle – Alessio Pomaro

Quindi,

  • la variabile %%title%% viene sostituita dal titolo del post;
  • la variabile %%sep%% viene sostituita dal separatore definito nelle impostazioni di Yoast;
  • la variabile %%sitename%% viene sostituita dal nome del sito web imposta su WordPress.

 

La sintassi di utilizzo delle variabili

La sintassi delle variabili è la seguente:

%% + nome variabile + %%

(senza carattere “+” e senza spazi).

 

Quali sono le variabili a disposizione

Le variabili che Yoast SEO mette a disposizione sono elencate nella documentazione ufficiale, e sono suddivise in:

Tuttavia, sono sempre “a portata di mano” direttamente all’interno del pannello di Yoast SEO, alla voce “Titoli & Metadati” cliccando sul bottone “NEED HELP?“, come vediamo nell’immagine che segue.

Lista delle variabili di Yoast SEO sul pannello di WordPress

Lista delle variabili di Yoast SEO sul pannello di WordPress

 

Come creare variabili personalizzate di Yoast SEO

In alcuni casi, pur essendo un sistema davvero molto flessibile, è possibile trovarsi nella situazione in cui le variabili predefinite non sono sufficienti per creare delle regole di composizione di titoli e descrizioni efficaci.

Esempi classici:

  • il catalogo prodotti in cui le regole vanno diversificate per categoria, oppure per alcuni termini di tassonomia;
  • la necessità di avere regole diversificate per lingue diverse (ecco perché nell’introduzione mi riferivo agli utilizzatori di WPML);
  • la necessità di utilizzare parti della gerarchia di categorizzazione reperibile soltanto attraverso delle query specifiche (ad esempio utilizzare la categoria madre del post, e non la sotto-categoria contenente il direttamente il post);
  • la necessità di inserire dati personalizzati di termini di tassonomie correlate.

In questi casi, possiamo utilizzare l’action wpseo_register_extra_replacements.

Un esempio di creazione di una variabile personalizzata

Il codice che segue, va inserito all’interno del file functions.php del tema utilizzato.

// Definizione della callback di sostituzione
function get_custom_value() {
 return 'Stringa personalizzata';
}

// Definizione dell'action per creare la sostituzione in Yoast SEO
function custom_variables_for_yoast() {
 wpseo_register_var_replacement( '%%customval%%', 'get_custom_value', 'advanced');
}

// L'azione viene aggiunta
add_action('wpseo_register_extra_replacements', 'custom_variables_for_yoast');

Una volta salvato e caricato il file nel server, se fosse esattamente il codice indicato nell’esempio, otterremo il seguente risultato:

Inserendo la variabile %%customval%% all’interno dei campi di Yoast SEO, questa verrà sostituita con la stringa “Stringa personalizzata“.

 

Le potenzialità delle variabili personalizzate

Ovviamente quello che abbiamo visto è un esempio semplice, fatto allo scopo di capire il funzionamento del sistema.
Basterà lavorare alla funzione di callback per ottenere qualunque dato di cui abbiamo bisogno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *