Le buone pratiche del Blogger di oggi

Il lavoro del blogger diventa sempre più complesso perché le esigenze dei lettori sono in costante aumento. Vediamo quali sono le “best practices” per fare blogging  in maniera efficace.

 

Best practices del blogger - Fare blogging

Fare blogging: le best practices del blogger

Mantenere sano il proprio blog è un po’ come curare la nostra stessa salute. Il segreto per prevenire l’insorgere di “patologie” consiste nel rispetto delle seguenti regole:

  • impegnarsi nei confronti di altri blog e soprattutto dei propri lettori;
  • mantenere sempre materiale fresco e coinvolgente;
  • fornire agli utenti un motivo di tornare;
  • usufruire di canali alternativi, come i social network, per creare “attesa“.

 

Cosa si aspettano le persone che leggono il nostro blog?

Blogger: cosa si aspettano i lettori?

Blogger: cosa si aspettano i lettori?

Vediamo quali elementi sono veramente importanti per le aspettative degli utenti che consultano il nostro blog.

 

La nostra opinione

Il web è saturo di guide e “how to“, ma sempre più povero di persone che si espongono, comunicando ciò che pensano veramente attraverso il proprio blog. Ricordiamoci che la nostra opinione rappresenta il vero valore aggiunto, l’elemento distintivo rispetto agli altri blogger che trattano lo stesso argomento.. e probabilmente uno dei motivi principali che portano gli utenti a seguirci!

 

Un tocco personale
Il tocco del blogger

Il tocco del blogger

Un blog vive, respira o muore in base al livello di coinvolgimento che riesce ad instaurare con i followers e con gli altri blogger. La personalità, il modo di porsi, sono fondamentali in questo frangente.
Lo sviluppo di una “voce” riconoscibile all’interno del coro è vitale, ma rappresenta un processo che deve avvenire naturalmente.

 

Articoli periodici
Blogging: l'importanza di pubblicare articoli periodici

L’importanza di pubblicare articoli periodici

Ritengo estremamente efficace la pratica di creare una sorta di “appuntamento con il post“. Gli utenti, in questo modo, collegano il giorno con l’evento (mai sentito parlare di “dipendenza da serie TV“? Il principio è il medesimo): sanno che, ad esempio, ogni mercoledì troveranno il nostro post e che in questo modo non perderanno alcuna informazione.

Vediamo qualche suggerimento per riuscire a mantenere costante il nostro “progetto editoriale“.

  • Postare “in movimento. Grazie alle moderne tecnologie di adattamento delle interfacce web ai dispositivi mobile (a questo proposito consiglio la lettura dei seguenti post: “Responsive design: è la soluzione migliore per il mobile?” e “Mobile SEO: il tuo sito è al passo con i tempi?“), abbiamo la possibilità di creare post da praticamente
    Blogging: postare in movimento con WordPress

    Postare “in movimento”

    ovunque. Perché, quindi non sfruttare questa grande opportunità? Nel caso in cui l’idea di interagire con pagine web da smartphone o tablet facesse ancora rabbrividire qualcuno, non c’è problema: esistono servizi che, in maniera semplice ed efficiente, permettono la pubblicazione di contenuti attraverso, ad esempio, un invio di posta elettronica.
    WordPress (che “motorizza” anche questo blog), ad esempio, possiede entrambe le caratteristiche appena descritte:

    • si adatta perfettamente ad ogni dispositivo;
    • comprende la funzionalità denominata “Articoli via e-mail“, la quale, dopo una semplice configurazione, lo rende una “redazione” in attesa dei nostri articoli ed istruzioni.

 

  • Schedulare i post che varranno visualizzati in futuro. Ogni “blog engine” che si rispetti possiede la funzionalità di schedulazione degli articoli. Tale pratica non è utile solo quando andiamo in vacanza, ma permette di creare un metodo di lavoro organizzato.
    Nel mio caso, ad esempio, i post che pubblico in questo ed in altri blog, sono tutti programmati; in questo modo:

    • se ho diverse idee per il prossimo articolo, ne scelgo una e distribuisco le altre per i post successivi;
    • riesco a mantenete una frequenza di pubblicazione estremamente precisa.
Blogging: la schedulazione dei post

Blogging: la schedulazione dei post

Senza una periodicità, oltre ad abbandonare la speranza di formare una solida community di lettori abituali, la probabilità di mantenere un elevato traffico generato rimarrà molto bassa.

 

Come possiamo attirare le persone verso il nostro blog?

Blogging: come possiamo attirare i lettori?

Blogging: come possiamo attirare i lettori?

Vediamo quali sono le migliori pratiche per rendere il nostro blog attraente ed efficace.

  • Non limitiamoci a creare dei titoli accattivanti per i nostri contenuti: concentriamoci anche sui primi capoversi! I primi due paragrafi devono offrire all’utente un’idea dell’argomento trattato nel post e della nostra opinione a riguardo. Verso la fine del secondo paragrafo, laddove l’attenzione del lettore inizia a scendere, consiglio di inserire un “teaser“, ovvero una frase che lo incuriosisca, ma senza svelare ulteriori concetti.
  • Utilizziamo un tono “informale, come se stessimo conversando con i lettori.
  • Manteniamo viva la discussione, ad esempio ponendo domande che facciano riflettere gli utenti.
  • Contenuti unici e di qualità

    Contenuti unici e di qualità

    Scriviamo contenuti di qualità ed unici. Non mi stancherò mai di ripeterlo, perché credo fermamente che questa sia la miglior “arma” in assoluto (e nel prossimo futuro probabilmente anche l’unica) sul web. A questo proposito consiglio la lettura del post dal titolo “Web Writing: l’arte di scrivere per il web“.

  • Se è possibile, inseriamo dei link esterni verso altri blog: gli utenti amano l’interattività e la dinamicità dei contenuti. Una volta pubblicato il post, clicchiamo per primi su tali collegamenti, in modo da fare una verifica del corretto funzionamento e da inviare una sorta di “poke” al sito web di destinazione attraverso le statistiche (la maggior parte dei blogger monitora “religiosamente” le statistiche, quindi saranno consapevoli del nostro post non appena sarà online).
  • Non abbiamo paura di promuovere i nostri contenuti. Se scriviamo dei testi di qualità, gli utenti saranno felici di trovarne traccia sul web.
  • Non limitiamoci a navigare il nostro blog, ma estendiamo la nostra lettura ai siti web di altri blogger, anche non italiani: leggere post di altre persone ci stimolerà verso nuove idee e potrebbe contribuire ad allargare l’orizzonte degli argomenti e di conseguenza il target di riferimento.
  • Creiamo una efficace rete di link interni. Inserire dei collegamenti verso altri contenuti contribuirà a far aumentare la qualità del post e a velocizzare il processo di fidelizzazione del lettore.

 

Qualche consiglio per far aumentare l'”appetito” verso i nostri contenuti

  • Aumentiamo la user experience

    Aumentiamo la user experience

    Sforziamoci di migliorare l’esperienza dell’utente. Che sensazioni provano gli utenti mentre navigano tra e pagine del nostro blog? Invogliamo i lettori a leggere i nostri contenuti?
    Con l’accrescere della concorrenza sul web, offrire ai lettori una user experience straordinaria è alla base del successo. Per approfondire, anche tecnicamente, l’argomento consiglio la lettura del seguente post: User experience: come incrementare il traffico e ridurre i “rimbalzi”.

  • Controlliamo sempre i testi prima della pubblicazione/schedulazione. Piccoli refusi ed errori possono “sfuggire” al controllo in fase di scrittura, ma non permettiamo che i lettori ne risentano.. probabilmente non impedirà loro di comprendere i concetti espressi, ma, soprattutto se frequenti, rappresentano un danno per la reputazione. E non tralasciamo gli errori del passato perché “sono vecchi e ormai non li legge più nessuno“!
  • Commentiamo i post degli altri blogger. Come possiamo aspettarci di ottenere commenti ai nostri post se noi stessi non facciamo la stessa azione con gli altri?
  • Ascoltiamo i bisogni dei lettori. Cosa cercano le persone alle quali ci rivolgiamo? I post che scriviamo dovrebbero essere la risposta a questa domanda. Se sappiamo risolvere i problemi degli utenti, diventeremo un riferimento per loro.
  • Assicuriamoci che il nostro blog proponga in maniera chiara il feed RSS. Tale tecnologia permette ai nostri lettori di essere costantemente aggiornati sulla nostra attività di blogging.
Come fare blogging in maniera efficace

Come fare blogging in maniera efficace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *