WooCommerce SEO: l’importanza dei tag dei prodotti

L’utilizzo dei TAG nei siti web di e-commerce viene spesso sottovalutato. Oggi vediamo alcuni accorgimenti per migliorare la WooCommerce SEO proprio grazie a questo semplice ma efficace elemento.

 

WooCommerce SEO: come usare i tag dei prodotti

WooCommerce SEO: come usare i tag dei prodotti

Come ben sapranno gli amanti di sport, i fattori che intervengono per far vincere una squadra, un’automobile, una moto, o in generale un atleta, sono innumerevoli. E più il livello di competizione cresce, così aumenterà l’importanza dei dettagli verso il traguardo finale.

L’ottimizzazione dei siti web per i motori di ricerca (SEO), non si discosta molto da tale concetto. Anche la posizione di un termine all’interno delle SERP, per un sito web o uno shop online, dipende da un numero elevatissimo di “variabili“, che cambiano anche in base alla concorrenza delle parole chiave. Nel caso di WooCommerce, una delle leve di grande impatto, sulla quale far leva, è rappresentata dai TAG.

Anche se spesso i tag dei prodotti vengono trascurati, essi offrono una grande opportunità per quanto riguarda il posizionamento del nostro sito web di e-commerce: possono far aumentare il nostro ranking dandoci un vantaggio.

La curiosità è sufficientemente stimolata? Bene, allora proseguiamo nel viaggio dell’ottimizzazione dei TAG dei prodotti.

 

Ottimizzazione per i motori di ricerca = Quanto facilmente i nostri clienti riusciranno a trovarci

WooCommerce SEO: come ci trovano i clienti?

WooCommerce SEO: come ci trovano i clienti?

Se non si ha familiarità con la SEO, vediamo una breve introduzione. I motori di ricerca come Google si basano su un enorme numero di criteri per stabilire il posizionamento dei siti web. Algoritmi molto complessi devono decidere in qualche frazione di secondo l’ordine di visualizzazione di risultati nelle SERP.

Esiste un notevole numero di attività attuabili per migliorare il posizionamento di un sito per determinate parole chiave. La conseguenza diretta, è un probabile aumento di potenziali clienti che troveranno il nostro shop online e potranno acquistare i nostri prodotti.

La SEO è una “belva” complessa che muta costantemente generando nuovi paradigmi. Uno dei consigli che posso dare per rimanere sempre aggiornati è quello di seguire i post di questo blog. Un buon inizio è rappresentato dall’articolo dal titolo: “Analisi SEO di un sito web: il vademecum“.

 

Come influiscono i TAG dei prodotti nella SEO?

Come i tag dei prodotto influiscono nella seo

Come i tag dei prodotto influiscono nella seo

Nella configurazione predefinita di WooCommerce, i prodotti possiedono due diverse tassonomie: le categorie ed i tag. In realtà, attuando delle customizzaizoni, potrebbero averne molte altre, ma per i fini del post non è importante.
Chiaramente le categorie rappresentano l’organizzazione principale dei prodotti, ovvero i reparti del nostro negozio. Se il nostro sito web di e-commerce, ad esempio, vende computer, le categorie potrebbero essere “PC desktop“, “laptop“, “tablet“, ecc..

I TAG, invece, sono utili per creare un metodo di classificazione trasversale dei prodotti, il quale va a raffinarne la precisione. Continuando con l’esempio del negozio online che vende computer, si potrebbero utilizzare i tag per indicare la RAM (“4 GB“, “8 GB“, ecc.), oppure il tipo di disco rigido (“SSD“, “HDD“, “ibrido“) .

Perché i motori di ricerca amano i TAG? Come detto in precedenza, i motori di ricerca valutano una grande quantità di “segnali” per stabilire il ranking del nostro sito per una determinata parola chiave..

i tag dei prodotti rappresentano ciò che più si avvicina (potenzialmente) alle query degli utenti.

Immaginiamo di aver utilizzato i tag “disco SSD“, “8 GB di RAM” e “processore Intel i7” per raggruppare un insieme di prodotti del nostro negozio.. è chiaro che se gli utenti cercano un computer per caratteristiche, avremo maggior probabilità di essere trovati.

Come dico sempre, i tag dei prodotti non vanno creati “casualmente” considerando delle parole che ci piacciono, ma vanno strutturati con un occhio aperto verso le query degli utenti!

Questo è solo un esempio di come i TAG possono contribuire ad aumentare l’ottimizzazione. Tuttavia, possono “giocare un ruolo” importante anche in un quadro più ampio. Scopriamolo insieme!

 

Prima cosa: assicuriamoci di utilizzare correttamente i tag

Sembra un concetto ovvio, ma vale la pena fare un piccolo ripasso.
E’ possibile aggiungere tag sia dall’interfaccia di gestione dei prodotti, sia dalla sezione ad essi dedicata, che possiamo trovare all’interno del menù Prodotti” > “Tags.
In fase di inserimento, i tag devono essere univoci, però è possibile (ed aggiungerei, doveroso) riutilizzare quelli inseriti precedentemente (anche grazie all’auto-compilazione in fase di scrittura).
I tag possiedono una pagina dedicata, la quale conterrà la lista dei prodotti che raggruppano, e sono direttamente raggiungibili da un URL.

 

Utilizziamo il linguaggio comune dei nostri utenti

Utilizziamo il linguaggio del nostro target

Utilizziamo il linguaggio del nostro target

Per chi utilizza WordPress, è abbastanza semplice e diffuso creare moltissimi tag senza pensarci due volte. Nella gestione dell’e-commerce, questo modus operandi è assolutamente da evitare. Quello che consiglio è di creare tag che rispecchino il modo di esprimersi del nostro target, senza cadere nella tentazione di utilizzare termini “raffinati“.

Ricordiamoci, inoltre, che attraverso i TAG possiamo creare vie diverse per raggiungere un prodotto. Le domande che dobbiamo porci sono: questo favorisce l’utente? Il sistema di TAG configurato favorisce l’ottimizzazione del nostro negozio online?

 

Dove dovrebbero comparire i TAG per favorire la SEO?

A questo proposito, consiglio un vecchio video di Matt Cutts in cui spiega come inserire in maniera corretta tag e categorie all’interno di una pagina.

Come sottolinea Matt, esagerare non serve a nulla. Non ha senso inserire tutte le versioni possibili per un tag (singolare, plurale, ecc.) e decine di combinazioni delle stesse parole.. anzi, potrebbe essere penalizzante.

Il mio consiglio è quello di inserire i tag nei testi nella maniera più naturale possibile, senza inutili forzature. Ciò che deve essere preservato è la qualità dei contenuti.

 

Un ulteriore miglioramento della SEO attraverso i TAG

WooCommerce SEO: ottimizzare le pagine dei tag

WooCommerce SEO: ottimizzare le pagine dei tag

Un buon metodo di sfruttare i tag è rappresentato dalla creazione di un menù (o di un box) apposito in cui gli utenti potranno trovare subito a disposizione le parole più “calde, che li condurranno direttamente alle ricerche più comuni.

Il vantaggio di tale soluzione è quello di puntare su una pagina di raggruppamento prodotti molto “forte (nel senso che hanno più probabilità di posizionarsi), rispetto a diluire lo sforzo su molte pagine prodotti più deboli.

Concludo il post con un consiglio al quale tengo particolarmente: l’ottimizzazione delle pagine dedicate ai TAG meritano un piccolo investimento di tempo. Otterranno grandi risultati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *