SEO nel 2015? Qualche breve spunto per augurarvi buone feste

Con questo post, auguro a tutti buone feste. Tuttavia, sapendo che siete lettori “affamati“, ne approfitto per aggiungere qualche pensiero per la SEO nel 2015.

 

L'evoluzione SEO e del social media

L’evoluzione SEO e del social media

Nel corso degli ultimi anni siamo stati testimoni di un grande quantità di cambiamenti.

Il mondo del social media ha conquistato tutti i settori di mercato, il “mobile” è diventato il mezzo di diffusione delle informazioni per eccellenza, Google introduce ed elimina applicazioni ed algoritmi “come se non ci fosse domani“…

E la nostra cara SEO?
In evoluzione costante.. difficile stare al passo, eh!?

 

Il mobile si confermerà RE assoluto

SEO nel 2015: il moboile sarà RE

SEO nel 2015: il moboile sarà RE

Se il trend di crescita rimarrà fedele a quello attuale, nel 2015 vedremo il traffico web proveniente da dispositivi “mobile” superare quello da dispositivi desktop. Ciò significa che le ricerche eseguite da smartphone e tablet (quasi) sostituiranno quelle dalle postazioni fisse.

Siamo pronti al “passaggio del testimone“?
Molte aziende purtroppo, stanno ancora ignorando tale realtà.. ma è il momento di sfruttare la nuova opportunità! Come? Iniziando, ad esempio, ad adeguare il sito web alla navigazione da tutti i dispositivi (rendendolo quindi “responsive“) e sviluppando una solida strategia SEO orientata al mobile.

 

I social prenderanno il sopravvento

Molti sono convinti che l’attenzione per i social media farà affondare definitivamente la SEO. Quindi la SEO morirà per l’ennesima volta?

Diciamo, piuttosto, che “i social” diventeranno fondamentali nella strategia di marketing online e che probabilmente influenzeranno sempre più pesantemente gli algoritmi di ranking dei motori di ricerca.

 

Il “real time” sarà il “nuovo tempo verbale” più utilizzato sul web

SEO nel 2015: dati in tempo reale

SEO nel 2015: dati in tempo reale

Le tecniche di analisi del traffico stanno diventando i più potenti strumenti di marketing a disposizione delle aziende. Nel futuro prossimo, i dati di analisi elaborati in tempo reale contribuiranno a migliorare le campagne SEO e tutte le campagne di web marketing.

I clienti, già attualmente, pretendono una comunicazione in tempo reale e difficilmente accetteranno di essere messi in attesa per ore nel 2015.

 

Le mail “sopravviveranno

Le mail saranno più importanti che mai, ma in presenza della saturazione alla quale stiamo assistendo, avranno successo coloro che faranno delle buone campagne di e-mail marketing! Questo si traduce in due aspetti: personalizzazione e precisione nei confronti del target.

 

La supremazia della semantica nelle ricerche

Gli insegnamenti della “vecchia scuola” per la scelta delle parole chiave per la SEO sono destinati all’estinzione: “contesto” e “qualità” diventeranno le parole d’ordine e la ricerca semantica spazzerà via dalle SERP ogni tipo di risultato indicizzato grazie ai “vecchi standard“.

 

Velocità, interazione, qualità e freschezza dei contenuti

SEO nel 2015: addio alle tecniche blackhat

SEO nel 2015: addio alle tecniche blackhat

Google adora la velocità dei siti web (come gli utenti, del resto..) e, in futuro, tale fattore sarà sempre più incisivo! Proprio per questo motivo, i motori di ricerca saranno sempre più efficienti nel reperire tale informazione.

Il livello di interazione degli utenti incrementerà il suo “peso” all’interno degli algoritmi di ranking. Per questo motivo è consigliabile munire i siti web di tutti gli strumenti necessari alla condivisione e alla scrittura di commenti da parte degli utenti. E’ chiaro che più gli autori che scrivono i contenuti sono influenti, e più l’interazione sarà “facilitata“.

La qualità e la frequenza di pubblicazione di contenuti dovranno diventare elementi impliciti:

  • per il 2015, dimentichiamoci le tecniche di blackhat;
  • le notizie di ieri sono “notizie vecchie“… nel 2015, saranno ancora più vecchie!

 

 

Buon Natale, e buona SEO nel 2015.

Loading Facebook Comments ...