Creare un blog di successo: consigli e tecniche

Creare un blog, con i mezzi a disposizione oggi, è davvero semplicissimo, ma creare un blog di successo richiede alcuni accorgimenti importanti da non sottovalutare.
Vediamo insieme alcuni consigli pratici per scegliere lo strumento migliore e per renderlo efficace.

 

Creare un blog di successo: consigli pratici

Creare un blog di successo: consigli pratici

Il blog rappresenta il mezzo di comunicazione attualmente più utilizzato sul web: le informazioni, infatti, sono rapide, immediate, sempre “fresche” e facilmente condivisibili.

Una curiosità: sapete da dove deriva il termine “blog“? Rappresenta una contrazione di “web log“, ovvero una sorta di “log” di rete, traducibile come “diario online“.

Creare un blog: Blogger o WordPress

Creare un blog: Blogger o WordPress

Creare un blog, oggi è diventato semplicissimo e anche chi non conosce il “dietro le quinte” di un sito web può dare vita al proprio spazio in poco più di 10 minuti. Le due opzioni più “gettonate” del momento sono Blogger (conosciuto anche per il suo nome precedente: BlogSpot) e WordPress.

Vediamo insieme una panoramica dei due sistemi, sia nella versione “hosted“, sia in quella “self-hosted“, per quanto riguarda WordPress.

 

Blogger

E’ la piattaforma dedicata al blogging di Google, e come tutti i servizi di Big G, è sufficiente possedere un account Google per poter iniziare.

L’interfaccia di creazione e, successivamente, di gestione è basata su un sistema drag&drop risultando semplice ed intuitiva. Permette di modificare ogni aspetto del proprio blog, il quale sarà raggiungibile mediante un URL di questo tipo: nomeblog.blogspot.com. Tra le note positive, per gli utenti avanzati, esiste  la possibilità di aggiungere codice CSS per ottenere una personalizzazione del layout a 360°.

La creazione dei post, comprendenti anche contenuti multimediali di ogni tipo, è rapida ed immediata; un valore aggiunto non da poco (dal punto di vista SEO) consiste nella possibilità di specificare una “description” personalizzata per ogni articolo.

Creare un blog "<em>hosted</em>": i pro e i contro di Blogger e WordPress

Creare un blog “hosted“: i pro e i contro di Blogger e WordPress

Naturalmente, l’integrazione con tutti i servizi di Google è nativa: chi crea un blog su Blogger non ha bisogno di conoscenze ulteriori per l’interconnessione con Strumenti per i WebmasterGoogle Plus, Analytics, Adsense, FeedBurner.

Vediamo anche qualche “contro“. Lo spazio a disposizione non è enorme e le immagini, per essere utilizzate, devono essere caricate attraverso Picasa. Inoltre, per quanto la personalizzazione del layout sia avanzata, non avendo accesso fisico ai file che costituiscono il sito web, non potrà mai essere totale. Lo stesso concetto vale per l’ottimizzazione rivolta alla SEO.
Se decidessimo di acquistare un dominio ufficiale, Blogger fornisce il redirect automatico, ma, dal mio punto di vista, non è una soluzione ottimale.

Infine, un mito da sfatare: “i blog realizzati con Blogger godono di favori relativi al posizionamento!“.. ehm.. scordatevelo.

 

Creare un-blog e la classica scelta tra Blogger e WordPress

Creare un-blog e la classica scelta tra Blogger e WordPress

WordPress

Anche WordPress fornisce una soluzione “hosted“, la quale permette creare un blog davvero in tempi record. L’interfaccia di gestione è incredibilmente efficace e semplice; le opzioni a disposizione sembrano un’infinità al primo accesso, ma è solo questione di “familiarizzazione” con lo strumento.

Il sistema di creazione e pubblicazione dei post è più potente, ma forse meno intuitivo di quello di Blogger, soprattutto per quanto riguarda la gestione dei contenuti multimediali.
Utile e versatile la funzione di pubblicazione dei contenuti mediante l’invio di una e-mail.

Relativamente alla SEO, i temi utilizzabili hanno una buona struttura, ma non è permessa la gestione di “title” e “description” per le pagine ed i post,

La personalizzazione del layout, su WordPress è più serrata rispetto a Blogger, e spesso, per integrare della funzionalità particolari è necessaria una minima conoscenza di html/javascript. Tuttavia, con l’acquisto dei servizi aggiuntivi messi a disposizione da WordPress.com, possiamo disporre di un vero e proprio CMS arrivando ad avere una situazione simile alla soluzione self hosted, con la possibilità anche di associare uno o più domini, di avere spazio illimitato e di attivare un supporto in tempo reale da parte del servizio di assistenza.

Creare un blog con WordPress: soluzione hosted o self-hosted?

Creare un blog con WordPress: .ORG o .COM?

Per soluzione “self hosted” (non disponibile per Blogger) si intende quella che prevede lo scaricamento della release ufficiale di WordPress disponibile su wordpress.org, la quale dovrà essere installata in uno spazio web privato seguendo la procedura guidata; è diventata ormai famosa la procedura definita “5-Minute Install“.

I vantaggi nell’utilizzo di tale soluzione sono innumerevoli: pieno controllo di ogni singolo file, gestione totale del tema, con la possibilità di installazione di temi professionali e di personalizzazione estrema, amministrazione globale dei plugin, i quali permettono di creare ogni tipo di struttura e di interconnessione.

E gli svantaggi? Se così si possono definire, riguardano l’hosting ed il mantenimento. Una soluzione di questo tipo, prevede, infatti l’acquisto di un dominio (cos’è un dominio?) e di uno spazio web (cos’è l’hosting?) con determinate caratteristiche. Gli aspetti da valutare per la scelta dell’hosting sono molteplici. Per approfondire, consiglio la lettura di un interessante articolo di Tiziano Fogliata dal titolo “Come scegliere l’hosting per il proprio sito“.

Cosa si intende per “mantenimento“? Possedendo una installazione “privata” del CMS, non è possibile godere degli aggiornamenti automatici della piattaforma e dei plugin installati. O meglio: dalla versione 3.7 esiste una procedura che permette tale automazione, ma l’operazione non è “trasparente” come avviene per la soluzione hosted.

 

Quale soluzione scegliere?

Creare un blog: la scelta della piattaforma

Creare un blog: la scelta della piattaforma

E’ chiaro che non esiste una risposta univoca: ognuno degli strumenti descritti rappresenta le migliori soluzioni disponibili.

Per un utente che vuole realizzare il proprio blog personale ed è al primo approccio con un sito web, consiglierei di scegliere Blogger: più semplice e personalizzabile, ma più limitato nella “crescita.

Per gli utenti più esperti, invece, che desiderano uno strumento più strutturato, con la prospettiva futura di passare ad una soluzione self-hosted, suggerisco WordPress.

Il trasferimento di un blog creato su wordpress.com su un proprio hosting è possibile in due diverse forme.

  1. Trasferimento a pagamento: un tecnico si occuperà di effettuare la migrazione di tutti i dati
  2. Gratuita mediante il tool di esportazione/importazione nativo della piattaforma.

Fatta tutta la panoramica, il mio suggerimento è il seguente.

Se l’intenzione è quella di creare un progetto serio con degli obiettivi legati anche al posizionamento organico, la mia scelta personale, in questo momento, è WordPress (self-hosted).

Per quanto riguarda la SEO dedicata a WordPress, consiglio la lettura del seguente post:  “Rendere SEO WordPress: consigli per l’ottimizzazione“.

 

Consigli per creare un blog di successo

Consigli per creare un blog di successo

Alcuni consigli per creare un blog di successo

Finora abbiamo individuato quali strumenti si possono scegliere per creare un blog, ma creare un blog di successo implica alcuni aspetti che dipendono solo in parte dalla piattaforma.
Vediamo degli accorgimenti per avere “una marcia in più” con il nostro blog.

 

Le passioni e le competenze sono l’ingrediente segreto

In ogni aspetto della vita, le attività per le quali nutriamo una forte passione, o che derivano da competenze acquisite in “periodi non sospetti” sono quelle che ci riescono meglio. Per quanto riguarda la gestione del blog, la questione non cambia.

Le passioni e le competenze per creare un blog di successo

Passioni e competenze per creare un blog di successo

Vi capita mai di parlare di “qualcosa” con i vostri amici, o con i vostri familiari, essendo  talmente coinvolti da non riuscire a bloccare lo “stream” di informazioni? Perfetto: quel “qualcosa” è la tematica perfetta per il vostro blog!

In una visione “metaforica“, potremmo associare l’argomento di un blog al carburante per un’automobile: se vogliamo fare molta strada dobbiamo essere in grado di fare rifornimento costantemente.

Se scegliessimo una tematica “di convenienza, ovvero della serie “creo un blog sull’argomento X perché è il trend del momento“, prima o poi finiremmo per esaurire il carburante, perdendo autorevolezza ed ispirazione.

Al contrario, una passione o un argomento che si conosce bene, “non ci lascerà mai a piedi“.

E se dovessimo seguire il blog aziendale per un cliente per dargli visibilità.. come potremmo avere la stesso coinvolgimento? E’ questione di punti di vista. In questo caso, potremmo cercare la “spinta motivazionale” nella prospettiva dei risultati che riusciremo ad ottenere.

 

Alessio Pomaro - SEO & Web marketing specialist, Blogger

Alessio Pomaro

Metterci la faccia è importante

Ormai è un dato di fatto: i blog personali sono più efficaci di altre tipologie di blog, ad esempio delle riviste online o dei blog aziendali, o comunque di “anonimi” stream di news, proprio perché il “contatto” diretto con l’autore genera fiducia negli utenti.

Leggere le opinioni, le impressioni di una persona “come noi” ci mette a nostro agio rispetto, ad esempio, ad una “brand news“.

E’ proprio per questo motivo che sono nate figure come il fashion blogger o il food blogger, pagati ed invitati agli eventi per creare dei post ad hoc sui propri siti web.

Non si sentono nominare spesso, ma esistono multinazionali che si contendono questi professionisti perché sono consapevoli che se la blogsfera (cos’è la blogsfera?) approva un loro prodotto, “venderanno di più“!

 

Creare un blog di successo: costanza e qualità

Creare un blog di successo: costanza e qualità

Un duro e costante lavoro

Nessun risultato giunge senza uno sforzo proporzionale a monte.

Sono diffidente verso ogni tentativo di dimostrare il contrario, soprattutto considerando la competizione che contraddistingue il web oggi. Creare un blog di successo significa investire tempo, energie ed entusiasmo.

Tutto ciò si traduce, tecnicamente, nel creare un “piano d’azione” che garantisca una pubblicazione periodica di articoli di qualità. La costanza e la qualità dei contenuti, sono due elementi premiati dagli utenti e dai motori di ricerca.

E’ il momento della fatidica domanda: “è preferibile postare tutti i giorni a discapito della qualità o una volta al mese con articoli epici?“.
Il segreto è trovare il proprio equilibrio, che tenda il più possibile verso i concetti appena espressi… senza esagerare.

 

Creare un blog di successo: social network e newsletter

Creare un blog di successo: social network e newsletter

Spargere la voce ed interagire

Diffondere i post del blog attraverso i social network e una newsletter fa parte del “gioco“. Consiglio sempre di dotare gli articoli di strumenti che permettono la condivisione immediata da parte degli utenti e di indurli a fare l’azione.

Un blog di successo, inoltre,  manterrà la connessione con i propri lettori più fedeli attraverso una newsletter periodica. Come per il social network, possiamo inserire degli elementi che inducano gli utenti ad iscriversi per rimanere in contatto.

Ricordate che il segreto per una newsletter ricca di iscritti è “dare qualcosa in cambio”.

Ma non solo. Ricordiamoci che l’interazione è fondamentale: creiamo movimento tra i lettori, chiediamo pareri nelle conclusioni dei post, inventiamoci dei sondaggi (“cosa vorresti leggere nel prossimo articolo?“), e diamo spazio alla creatività.

 

Sperimentazione e condivisione

Qualunque sia la nicchia alla quale ci rivolgiamo, ogni passione, genera delle esperienze e delle sperimentazioni. Creare dei post originali ed altamente tecnici (“how-to“, guide,  tutorial, ecc.) basati su tali attività, meglio se arricchiti con video e contenuti multimediali, contribuirà al successo del nostro blog.

Gli utenti sono “affamati” di contenuti di questo tipo perché sono concreti e permettono loro di mettere subito in pratica ciò che viene descritto, magari anche passo passo.

Consiglio di affiancare sempre delle opinioni personali, in modo da caratterizzare i post, creando il nostro valore aggiunto.

 

Creare un blog di successo: gli aspetti tecnici contano!

Creare un blog di successo: gli aspetti tecnici contano!

Gli aspetti tecnici contano

I concetti espressi fino a questo punto vanno onorati con la corretta scelta dello strumento più adeguato alle nostre esigenze. La parte iniziale di questo post presenta diverse soluzioni tutte valide per ottenere un ottimo risultato, affiancate ai criteri di valutazione per giungere ad una conclusione.

Creare un blog di successo, significa anche utilizzare uno strumento adeguato ed ottimizzato per ottenere maggiore visibilità. A questo proposito, consiglio di leggere i seguenti post, e di seguire questo sito web.

 

Per concludere..

La “vocina interiore” che dice di cambiare rotta perché il web è saturo di siti/blog che trattano l’argomento che amiamo, NON va ascoltata! Il web è abbastanza esteso per dare spazio a tutti ed è desideroso di accogliere contenuti di qualità.. e questo blog né è la prova.

 

Loading Facebook Comments ...